La Provincia stanzia 2.5Mln per la messa in sicurezza di Scuole ed edifici pubblici

Un importante contributo alla messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici è stato deliberato dal Amministrazione  della Provincia di Avellino con Provvedimento presidenziale n°67 del 12.08.2016 a firma del Presidente dott. Domenico Gambacorta. Si tratta di un intervento a favore dei 118 Comuni Irpini per attività di bonifica di scuole ed edifici pubblici contenenti materiali a base di amianto, per la Prevenzione Incendi, l’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica e la pianificazione urbanistica.

2.500.000,00 di euro da ripartire tra i comuni della provincia di avellino

Si tratta di interventi atti a mettere in sicurezza gli edifici Scolastici e dotarli, a seguito degli interventi di bonifica e di prevenzione, delle giuste certificazioni necessarie. Nelle premesse della Delibera si legge che sono segnalate numerose situazioni di Edifici Scolastici, non solo, ma in generale edifici di proprietà pubblica, che necessitano di interventi dei decontaminazione essendo caratterizzati dalla presenza di amianto specie nelle coperture e nei sistemi di raccolta e deflusso delle acque; che devono ancora essere redatti o aggiornati i piani urbanistici previsti dalla vigente normativa; che molti Edifici scolastici non sono ancora dotati di Certificato di Prevenzione Incendi per la carenza negli Enti, come rappresentato da diversi Sindaci della Provincia di Avellino, di personale abilitato alla presentazione delle pratiche propedeutiche al rilascio dello stesso e i certificati di agibilità degli edifici, oltre che per la mancanza di di risorse economiche per realizzare gli adeguamenti.

Il Consigliere Provinciale con delega al Edilizia Scolastica Girolamo Giaquinto spiega che i 2.500.000,00 verranno ripartiti tra i 118 Comuni Irpini in funzione del numero dei residenti con ponderazione differenziata (e più favorevole) al di sotto della soglia dei 3000 residenti in modo da non penalizzare le comunità più piccole. Quindi Avellino riceverà 250.000,00 euro, Ariano Irpino 117.945,45 euro, Montoro 101.911,74 euro, eccetera, fino ad arrivare a Montaguto, Cairano e Petruro Irpino che riceveranno 5.000,00 euro cadauno. Delle modalità di accesso ai fondi sono già state inviate agli Enti Comunali le linee guida e lo schema di domanda.