Home Territorio Avellino, Bonatti ed Eliseo: in funzione dall’ autunno

Avellino, Bonatti ed Eliseo: in funzione dall’ autunno

Il cartellone campeggia all’inizio di corso Vitt.Emanuele, dinanzi alla cortina che delimita i lavori di rifacimento di Piazza Liberta’. Annunzia che ‘e “la volta buona” e che i cantieri (Bonatti, Tunnel, Piazza Castello, ecc.) procedono a gonfie vele e saranno a breve ultimati. E’ questo il frutto della politica degli slogan,ora in auge, tanto cara al premier Renzi che ne sforna quotidianamente. Che poi agli slogan seguano o meno i risultati poco importa, e’ necessaria l’annunciazione! E qui la mente corre alla gag di troisiana memoria.

Per le due opere in oggetto, che a quest’ora dovevano gia’ essere consegnate, bisogna procrastinare l’entrata in funzione per la stagione autunnale.

Per la ristrutturazione dell’Eliseo il Comune, che ha ottenuto un prestito di 500mila euro dalla Cassa Depositi e Prestiti, dovra’ appaltare il lavoro: cio’ avverra’ il 9 giugno ed i lavori che dureranno 95 giorni dovrebbero iniziare (il condizionale e’ d’obbligo) subito dopo il conferimento incarico.

Ma se l’entrata in funzione dell’Eliseo non e’ poi cosi’ urgente, dato che la Commissione Cultura non ha ancora le idee chiare sulla destinazione e sulla gestione di tale struttura, per la Bonatti il discorso e’ diverso: sono in attesa da anni gli utenti della strada che collega il centro con il Nucleo Industriale e la Valle del Sabato e ancor di piu’ le centinaia di pazienti o familiari degli stessi che devono raggiungere quotidianamente la Citta’ Ospedaliera. Perche’ sono legati al cantiere della Bonatti sia il raccordo per l’ingresso al Pronto Soccorso che l’accesso e la sistemazione del parcheggio del Nosocomio. Che versano ormai da un lustro in uno stato pietoso. Il percorso a ostacoli per chi dovesse effettuare un soccorso e’ irto e pericoloso; l’area di parcheggio ricorda quelle citta’ mediorientali bersaglio di bombardamenti da guerriglia quotidiana. Ed il conto si paga pure salato, dato che la tariffa oraria e’ di un euro all’ora, con tutto il disagio ed il fastidio che ne consegue…

Dopo il recesso della societa’ mandante , la Reserch spa vi e’ stato l’affido alla  Sirem  srl che e’ subentrata alla Coop di Costruzioni Soc. Coop. Le pastoie burocratiche tra dette societa’ hanno comportato il blocco temporaneo dei lavori che ora dovrebbero riprendere per essere completati in tre mesi e con una variante di lavori per un importo complessivo di €.5.940,00.

Stato dei lavori: il tratto inferiore della strada, quello che dalla zona est arriva alla nuova rotonda a monte del cimitero e’ stata completata, resta da terminare la zona del tunnel e gli svincoli per l’ ingresso sdoppiato, per l’Ospedale e per il Pronto Soccorso. La rampa d’acccesso al P.S. sara’ dotata di sensori che segnaleranno il transito delle ambulanze o dei veicoli che vi entrano per favorirne l’ingresso. La nuova Bonatti, essendo un tracciato con una sensibile pendenza, sara’ dotata di asfalto drenante antiscivolo ed i guard-rail saranno rinforzati. Cosi’ che la strada potra’ essere percorsa in tutta sicurezza e gli incidenti verificatisi gli anni addietro saranno solo un triste ricordo.

a cura di Dario Alvino