Aprire un’attività in proprio: i settori più redditizi

Aprire un negozio

Aprire un’attività in proprio è il sogno di tantissime persone. Per realizzarlo ci vuole però buonsenso. Prima di tutto, è necessario essere consapevoli che, oggi come oggi, gestire un’attività imprenditoriale è tutto tranne che facile. Nonostante questo, si può comunque parlare di forti soddisfazioni.

Se si ha intenzione di fare il grande salto e di passare da lavoratori dipendenti a imprenditori, è molto importante rivolgersi a un bravo commercialista, ma anche mettersi a un tavolo per capire quali sono i settori più redditizi del momento. Nelle prossime righe, puoi trovare qualche utile consiglio in merito.

Growshop

Da qualche anno a questa parte, è cresciuto notevolmente l’interesse nei confronti della cannabis light. A contribuire in merito ci hanno pensato i numerosi provvedimenti di legalizzazione che hanno coinvolto anche l’Italia.

Sulla scia di questo cambiamento storico, è aumentato il numero degli studi sui suoi benefici, ma non solo. Come è chiaro a chiunque passeggi per le strade delle nostre città, è cresciuto anche il numero di grow shop, negozi finalizzati alla vendita di prodotti preparati a partire dalla cannabis light.

Chi vuole inserirsi in questo campo può scegliere se affiliarsi a un franchising o se aprire un punto vendita ex novo. Da non dimenticare è anche la possibilità di dare vita a un e-commerce. Di casi di successo in Italia ne esistono tanti – tra i vari esempi è possibile citare Cbdmania.it – in quanto i costi sono decisamente più bassi rispetto a quelli che si devono affrontare per la gestione di un negozio.

Noleggio auto

In virtù dell’attenzione alla sostenibilità che negli ultimi anni ha coinvolto in maniera trasversale diverse zone del mondo, sono sempre meno le persone che scelgono di avere l’auto di proprietà.

Alla luce di questo aspetto, il business del noleggio auto è cresciuto molto negli ultimi tempi. Questo vale sia quando si parla di noleggio a breve termine, alternativa particolarmente apprezzata da chi va in vacanza – sia quando si ha a che fare con il noleggio a lungo termine, opzione scelta spesso da aziende e liberi professionisti.

Scuola di lingue

Oggi come oggi, chi vuole farsi strada in maniera efficace nel mondo del lavoro deve per forza di cose conoscere le lingue. Soprattutto chi non è più tanto giovane e magari non le ha studiate bene a scuola, può solo trarre vantaggio da un corso di perfezionamento.

Per questo motivo, dedicare le proprie energie di neo imprenditori alla creazione di una realtà che eroghi lezioni di lingue straniere – anche via Skype – può rivelarsi un’ottima alternativa.

Negozio di prodotti senza glutine

I celiaci in Italia sono tantissimi e altrettanto numerose sono le persone non consapevoli di soffrire di questa patologia. Per fortuna l’informazione scientifica è decisamente più diffusa rispetto a qualche anno fa e chi scopre di essere celiaco sa anche che le alternative per mangiare con gusto dopo la diagnosi non mancano affatto.

In virtù del quadro appena descritto, aprire un negozio di prodotti gluten free può rappresentare la scelta giusta per la propria attività imprenditoriale. Anche in questo caso si può optare tra punto di vendita fisico ed e-commerce, così come portare avanti parallelamente le due opzioni.

Chef a domicilio

Basta accendere la tv per rendersene conto: il food è sempre più al centro delle nostre vite. Questo ha portato i clienti con alta capacità di spesa a ricercare esperienze sempre più raffinate e personalizzate. Questo ha portato alla nascita e all’affermarsi della figura dello chef a domicilio, un’attività che può rivelarsi ricca di soddisfazione per chi ama cucinare.