Home Territorio Anagrafe della disabilità, l’assessore La Verde accoglie la proposta della Consulta

    Anagrafe della disabilità, l’assessore La Verde accoglie la proposta della Consulta

    palazzo di città provincia avellino

    Positiva la riunione di mercoledì 4 febbraio del Consiglio Direttivo della Consulta dei Disabili convocato dal presidente Ciro D’Argenio. Ai lavori è intervenuto anche l’assessore alle politiche sociali nonché vicesindaco Stefano la Verde. Presenti al tavolo tutti i componenti: Daniela Cucciniello dell’associazione 8 Maggio, Antonio Cosmo della Caritas, Angela Argenziano dell’AIDP, Giovanni Esposito di Mille Colori, Francesca Medugno dell’Auser, Giulio Vicino della Misericordia, Mirella Sarno del Chirs.

    L’assessore La Verde ha accolto le istanze della Consulta manifestando la più ampia disponibilità sua personale e dell’Amministrazione comunale a risolvere le questioni sollevate e impegnandosi ad individuare una sede definitiva e stabile per l’organismo all’interno di Palazzo di Città. “C’è la massima attenzione e tutto l’impegno dell’Amministrazione ad individuare soluzione immediate affinché la Consulta proceda nella sua azione – ha spiegato l’assessore La Verde – e nelle prossime settimane verificherò personalmente la disponibilità del Comune per individuare una stanza presso cui attrezzare la sua sede istituzionale. Entro il 28 febbraio prossimo il problema sarà risolto definitivamente. Ribadisco che è nostra intenzione supportare le attività di questo organismo che svolge un servizio per persone con disabilità e che rappresentano una fascia della popolazione significativa. Siamo al loro fianco e l’auspicio è che insieme possiamo realizzare iniziative utili in un clima di serena collaborazione”. Altra richiesta di cui l’assessore La Verde intende occuparsi riguarda la costituzione di una anagrafe della disabilità della Città di Avellino. “Si tratta di un progetto importante – spiega sempre La Verde – che la Consulta ed il suo
    presidente Ciro D’Argenio hanno presentato al mio assessorato. È mia intenzione risolvere le criticità che quotidianamente le persone portatrici di disabilità incontrano e con una anagrafe potremo procedere più speditamente e in maniera mirata in termini anche di erogazione dei servizi”. “Credo che la realizzazione di una anagrafe sia un fatto fondamentale – precisa il Presidente della Consulta Ciro D’Argenio – si tratta di un primo passo di un percorso che abbiamo tracciato da tempo e che prevede altre tappe come la creazione di un gruppo di lavoro specifico, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di una struttura per il dopo noi. Con l’Amministrazione comunale abbiamo ritrovato una intesa che ritengo propositiva e fruttuosa , sono certo che insieme potremo realizzare iniziative utili e creare una rete di collegamento per semplificare i servizi”.

    adv