Home Cultura Un minuto di storia: Albert Anastasia

Un minuto di storia: Albert Anastasia

UN MINUTO DI STORIA

Ucciso Albert Anastasia

Alle 10.15 due giovani con la parte inferiore del viso coperto da un fazzoletto nero, entrano nella bottega  di barbiere del Park SheratonHotel di New York e sparano contro l’uomo seduto sulla poltrona numero 4. Albert Anastasia, uno dei più potenti boss di Cosa Nostra, muore sul colpo. Anastasia, il cui vero nome era Umberto Anastasio, era nato a Tropea, in Calabria, nel 1902, ed era emigrato negli Stati Uniti nel 1908 insieme a cinque fratelli, tre dei quali lo avevano seguito nella malavita organizzata.

Cosa Nostra è un’organizzazione potentissima: per volume d’affari è la più grande “industria del mondo”, e i suoi profitti sono superiori a quelli di tutte le principali multinazionali messe insieme. E’ composta da quattrocento mafiosi raggruppati in una trentina di famiglie. Controlla la prostituzione e il gioco d’azzardo, l’usura, il traffico di stupefacenti, il racket del lavoro. Impone tangenti a industriali, commercianti, locali pubblici, bottegai, operai, manovali, portuali.

La mafia uccide; il silenzio pure.

(Peppino Impastato)

Anastasia si era specializzato in omicidi per conto terzi, fondando con JoeAdonis la “anonima assassini”.

19 Ottobre 2003 – Giovanni Paolo II beatifica Madre Teresa da Calcutta.

20 Ottobre 1946 –  Il Tribunale di Norimberga emette le sentenze contro 22 ex dirigenti del Terzo Reich per crimini di guerra.

21 Ottobre 1968 – A Skorpios Jackie sposa Onassis.

22 Ottobre 1962 – Il mondo si trova ad un passo dal terzo conflitto mondiale. La cresi dei missili di Cuba.

23 Ottobre 1941 – Esce il film d’animazione Dumbodi Walt Diney.

24 Ottobre 1648 –  La pace di Westfalia mette fine alla guerra dei “Trent’anni” (1618-1648) tra Borbone e Asburgo.

 

A cura di Angelo Gianfrate