Home Attualità Terra Fuochi: Don Patriciello a Renzi: “salviamo un bambino, aiutiamolo a trasferirsi”

Terra Fuochi: Don Patriciello a Renzi: “salviamo un bambino, aiutiamolo a trasferirsi”

Terra Fuochi: Don Patriciello a Renzi, salviamo un bambino – “Mi devi aiutare, Presidente. Dobbiamo salvare Andrea Pio, ha sei anni e soffre di una rara patologia”.
Così Don Maurizio Patriciello sulla sua pagina facebook, noto come “il parroco della Terra dei Fuochi”, posta una nota aperta  rivolgendosi al premier Matteo Renzi, che lunedì 12 settembre farà visita a Napoli.
Una lettera aperta, per aiutare un bambino campano, che vive a Pascarola, frazione del Comune di Caivano, (Napoli) e deve recarsi ogni 15 giorni a Firenze per sottoporsi a terapie.  Don Patriciello chiede al premier Matteo Renzi di aiutare la famiglia del bambino a trasferirsi in luogo diverso da Pascarola, dove l’ aria è ammorbata dagli scarichi della zona industriale”. Oramai la Terra dei fuochi continua a mietere vittime, colpendo ogni  giorno diverse fascia d’età.  Mentre nei tribunali campani solo per la materia giudiziaria, succede l’incredibile, è di pochi giorni fa la notizia, in cui, in materia della terra dei fuochi, ci sono voluti un anno e mezzo per trasferire gli atti in Cassazione, in attesa che venga fissata la data della prima udienza per i reati ambientali, affinché il fascicolo venga assegnato a una sezione specializzata.  Questo è quello che è accaduto in questi giorni, in uno dei tribunali casertani per uno dei primi processi sulla Terra dei fuochi. Oramai una consuetudine a discapito della mole di lavoro sviluppata in questi anni da autorità giudiziaria e forze di polizia, per arrestare l’inquinamento nelle zone calde campane.