Home Cultura Presentazione del Concorso “Avellino in versi” Prima edizione, 2015.

Presentazione del Concorso “Avellino in versi” Prima edizione, 2015.

Stamane, si è svolta la conferenza stampa per presentare il “Concorso Avellino In Versi” prima Edizione, 2015, presso il Godot Art Bistrot. Il Centro Culturale Studi Storici con il patrocinio del comune di Avellino, della provincia di Avellino, del Forum dei Giovani di Avellino, della Caritas Diocesana, dell’associazione Irpinia Insieme e delle varie Proloco, ha indetto il Primo Concorso Internazionale “Avellino In Versi”, Edizione 2015. Tra gli organizzatori sono intervenuti, la responsabile del Centro Culturale, la poetessa Maria Ronca, lo scrittore Marco Parisi, il professore Armando Saveriano e la scrittrice, professoressa Rosa Mannetta. La conferenza si è aperta con l’esibizione della poetessa Sonia De Francesco, una cantante dalla voce prorompente che ha allietato l’atmosfera con il brano: “Almeno tu nell’universo”, di Mia Martini. Ha preso poi, la parola Maria Ronca che ha affermato che “la poesia è incentivazione alla cultura ed i giovani devono partecipare ad eventi per esprimere la loro anima; che i giovani stessi devono avere un atteggiamento positivo alla vita e che il dialogo è sinonimo di partecipazione”. Successivamente, la prof. Rosa Mannetta ha introdotto che “il ponte tra varie culture ed etnie deve essere costruttivo e che insegnando la lingua italiana agli stranieri, si nota, come l’argomento sia attualissimo; che promuovere cultura nella città di Avellino, significa superare il termine “crisi”. La stessa ha scritto un libro di “Storie di vita rubata”, storie di persone che vivono questo momento storico, con drammaticità: a questo libro, hanno contribuito Francesco Orciuoli, la dott. Anna Ansalone e la giovane Elena. Poi, il prof. Saveriano ha descritto che “la poesia è una qualità del modo lessicale e dell’uso che ne si fa”. Nel corso della conferenza, sono intervenuti Laura Nargi, la presidente della Commissione Cultura di Avellino e Livio Petitto, presidente del Consiglio Comunale di Avellino, dicendo che “è un bisogno primario, investire nella cultura e che la città, deve rispondere ai movimenti delle associazioni culturali”. Non a caso, Dawkins scrive che “tutti noi abbiamo un privilegio, quello di vivere”. E noi abbiamo la grinta per proseguire.
Rosa Mannetta