Home Attualità Papà : essere padri separati oggi

Papà : essere padri separati oggi

In occasione della festa del papà si è tenuto a Roma, presso il Parlamento Europeo in via IV Novembre 149, Sala dei Mosaici si è svolta una riflessione sulla paternità. La relazione tra padri e figli oggi vive un momento di difficoltà dovuto a molti fattori, non ultimo la volatilità dei rapporti familiari che portano sempre più famiglie a separarsi e ricombinarsi spesso sacrificando proprio il rapporto col padre che per motivi culturali e spesso per una arbitraria interpretazione delle leggi appare l’elemento “debole” della relazione. La “perdita del padre in vita” avviene a discapito dei figli che, così, si trovano a vivere in una società senza padri e, a loro volta, diventano più deboli ed esposti a maggiori rischi di devianza e abbandono .Al fine di tutelare la bi – genitorialità è fondamentale nelle separazione educare gli ex partner a essere genitori consapevoli, responsabili per il bene primario dei figli a relazionarsi con entrambi i genitori. La paternità va quindi ripensata e ri-attuata anche in vista delle trasformazioni sociali in corso in un ruolo meno rigido, ma più vicino ai bisogni, ai sentimenti, alla distribuzione di valori dei quali i figli devono giovarsi indipendentemente dall’esito delle altre relazioni familiari. Una sfida non tanto semplice che vede nell’affido condiviso ampia interpretazione dei ruoli genitoriali, separarsi va bene ma non si può interrompere il rapporto genitori figli. Ben lontana ancora l’applicazione dell’affido condiviso. Alcuni dati fanno riflettere su come la maggior parte dei padri (41.9%) dichiara comunque di poter incontrare i figli «più volte alla settimana», ma c’è un 14,2% che racconta di riuscirci solo «più volte al mese» e addirittura un 13,9% che ammette con sconforto «non ho mai visto i miei figli nell’ultimo anno».

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva