Home Sociale La musica come terapia nelle malattie neurogenerative

    La musica come terapia nelle malattie neurogenerative

    A Napoli, sabato 28 novembre, giornata di studi al Maschio Angioino

    Sabato 28 novembre, dalle 9.30 alle 18.00, presso l’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino di Napoli, si terrà il Convegno di musicoterapia, dedicato a Gianluigi di Franco, sul tema “Le influenze della musica sul divenire dell’uomo. Gli effetti neurobiologici della musica come terapia nelle malattie neurogenerative”.
    La manifestazione è promossa dall’associazione onlus “Il grido universale” in collaborazione con l’Istituto di Diagnosi e Cura Hermitage Capodimonte e con il patrocinio del Comune di Napoli, della Regione Campania e della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Gestaltica Integrata.
    L’ingresso al Convegno è gratuito. Sono stati richiesti 10 Crediti ECM per psicologi, psicoterapeuti, neurologi, medici di base, fisioterapisti e logopedisti.
    La giornata di studi avrà inizio alle ore 9.30 con i saluti istituzionali del sindaco di Napoli Luigi De Magistris, dell’assessore comunale alle politiche sociali Roberta Gaeta e del docente emerito di neurologia Vincenzo Bonavita. Dopo l’introduzione di Luciana Mosca e Rosanna Forges, prenderà il via la prima sessione con gli interventi della dott.ssa Angela De Gregorio, sociologa e responsabile area politiche giovanili Associazione Nazionale Sociologi; del dott. Raffaele Sperandeo, psichiatra – psicoterapeuta, PhD in Scienze del comportamento, didatta Ordinario della Federazione Italiana Scuole e Istituti di Gestalt F.I.S.I.G. e direttore della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Gestaltica Integrata – SiPGI; e del prof. Sabatino Miranda, direttore Scuola Formazione Musicoterapia “C. Gesualdo” di Avellino.Nel pomeriggio, alle 15.00, comincerà la seconda sessione. Prenderanno la parola la dott.ssa Marianna Amboni, neurologa, Rete Regionale Malattia di Parkison e Disordini del Movimento: Centro Malattie Neurodegenerative Università di Salerno, IDC Hermitage-Capodimonte, Napoli; e la dott.ssa Wendy Magee, music therapy program, Boyer College of Music and Dance, Temple University, Philadelphia, PA, USA.
    Seguirà la parte applicativa con uno studio pilota randomizzato, controllato, in singolo cieco sugli effetti motori e non motori della musicoterapia nella malattia di Parkinson a cura della dott.ssa Marianna Amboni, neurologa; e con una relazione sulla musicoterapia come strategia di recupero nella malattia di Parkinson a cura del M° Rosanna Forges Davanzati, musicista, musicoterapista; e della dott.ssa Lucia Luciana Mosca, psicologa, musicoterapista, pedagogista.
    Il convegno si concluderà con una performance musicale di chiusura a cura del gruppo S. Antonio Gospel Choir diretto dal M° Angela Camilleri.

    adv