Coronavirus, 1.733 casi nuovi registrati in italia. 171 nuovi positivi in campania, 4 in provincia di Avellino

Covid-19 Campania, dal 22 giugno niente più obbligo di mascherina all’aperto
Foto di Andrea Toxiri da Pixabay

Come da riepilogo settimanale e’ stato diramato dal Ministero della Salute il bollettino aggiornato al 3 settembre della situazione Covid a livello nazionale. Rispetto alle giornate precedenti sono stati registrati 1.733 casi positivi, 10 decessi e 289 guarigioni e/o dimissioni che fanno salire il totale complessivo dall’inizio dell’emergenza Covid in Italia a 272.912 contagi, 35.507 vittime e 208.940 guariti.

La situazione generale vede un incremento significativo di casi positivi su tutto il territorio nazionale anche se in modo piu’ attenuato rispetto alle prime fasi della pandemia. In dettaglio a livello regionale fgura sempre la Lombardia come la piu’ colpita con 7.445 casi attualmente positivi, seguita dal Lazio con 3.544  e dall’Emilia Romagna con 3.185, dal Veneto con 2.614, dalla Campania con 2.580. Seguono ancora Toscana con 1.731 casi, Piemonte con 1.586 e Sicilia con 1.252. Meno colpiti con cifre inferiori ai mille casi la Puglia 986, sardegna 946, Liguria 627, Abruzzo 454, Friuli Venezia Giulia 402, marche 335, Umbria 302, Calabria 294, Provincia Autonoma di Trento 210, Basilicata con 105 contagi. Fanalini di coda, sotto i cento contagi, sia per estensione che per scarsa mobilita’sul territorio Molise con 75 contagi, e Valle d’Aosta con36. Incremento anche riguardo ai ricoveri: i pazienti finiti in terapia intensiva sono undici in piu’ rispetto al giorno precedente, mentre 68 sono stati ricoverati in reparti Covid specializzati.

Situazione odierna in Campania ed Irpinia

In Campania i positivi del giorno 4 settembre sono 171 (di cui 10 casi dalla Sardegna e 15 dai paesi Esteri, 7 connessi a rientri) e si registra una vittima, mentre i guariti risultano essere 19. Nella provincia di Avellino 4 sono i casi di positivita’ registrati in data odierna mentre il Presidente Biancardi precisa che non vi e’ nessun focolaio interno dell’Ente da lui presieduto.