Home Attualità Consiglio di Stato, le benedizioni a scuola sono legittime

Consiglio di Stato, le benedizioni a scuola sono legittime

Bologna – E’ stato  accolto il ricorso del ministero dell’Istruzione, che ribalta la decisione del TAR regionale dell’Emilia-Romagna di un anno fa. I giudici parlano di «principio di non discriminazione» per cui un’attività non può ritenersi negativa «unicamente perché espressione di una fede religiosa». Le insegnanti contrarie: ricorso alla Corte di giustizia europea.

La polemica scoppiata a Bologna sulle benedizioni a scuola ha oltrepassato i confini nazionali oltre che a creare una divisione tra i cristiani e non. Le benedizioni religiose degli istituti scolastici, facoltative e fuori orario scolastico, sono legittime.

PUBBLICITÀ

I giudici, dunque, hanno accolto il ricorso del Ministero dell’Istruzione: il rito – scrivono – “ha senso in quanto celebrato in un luogo determinato mentre non avrebbe senso se celebrato altrove; ciò spiega per cui possa chiedersi che esso si svolga nelle scuole, alla presenza di chi vi si acconsente e fuori dall’orario scolastico senza che ciò possa ledere il pensiero o il sentimento di chiunque non condivida quel medesimo pensiero e che, dunque, non partecipando all’evento, non possa in alcun senso sentirsi da leso da esso”. –