Home Cronaca Tragedia al Ciclope di Palinuro ,muore giovane colpito da una roccia

Tragedia al Ciclope di Palinuro ,muore giovane colpito da una roccia

In tre giorni tre vite spezzate nelle discoteche più in voga d’Italia, l’ultima notizia coinvolge il Ciclope di Palinuro. Nel cilentano un giovane di 27 anni di Mugnano è morto la scorsa notte ,colpito alla testa da frammenti di roccia che si sono staccati da un costone durante un violento nubifragio. Il giovane – si apprende da fonti dei Carabinieri – si trovava in una discoteca all’aperto. L’incidente – si apprende dai Carabinieri – è avvenuto poco dopo mezzanotte. Il giovane si trovava nella discoteca all’aperto “Ciclope”, che si trova proprio sotto un costone roccioso dal quale, durante un violento nubifragio, si sono staccati frammenti da un’altezza di circa 60 metri. Alcuni dei frammenti hanno colpito alla testa il giovane che è morto all’istante. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Sapri che stanno facendo le indagini per ricostruire con precisione quanto è accaduto. Il locale è stato posto sotto sequestro per ordine della Procura di Vallo della Lucania (Salerno).

Questo lutto si aggiunge agli  altri 2 lutti che hanno coinvolto due giovani vite il ragazzo del Coccoricò e il giovane del Salento, due vite spezzate dalla droga, dalla ricerca dello sballo. Diverse le reazioni dei giovani frequentatori dei locali notturni, diverse le discussioni aperte su temi che oramai da anni non trovano alcuna risoluzione politica e legislativa all’uso regolare o irregolare delle sostanze tossiche.  Il popolo della movida, si divide, tra i commenti “Ognuno è responsabile della propria vita, assumere o meno una sostanza rientra nella propria discrezionalità” così i primi commenti che girano sui social sull’ennesimo lutto da sostanza. L’assunzione di sostanze stupefacenti produce dipendenza. La dipendenza da sostanze stupefacenti  è una malattia del cervello. Anche se l’uso iniziale di droga è volontario, le sostanze possono modificare l’espressione dei geni e dei circuiti neuronali del sistema nervoso centrale, che a loro volta influenzano il comportamento umano. Una volta sviluppata la dipendenza, i cambiamenti a livello cerebrale interferiscono con la capacità dell’individuo di prendere decisioni volontarie: in questo contesto può verificarsi il cosiddetto “craving”, cioè l’irrefrenabile desiderio di ricerca e di uso compulsivo della droga.  L’uso di sostanza stupefacenti uccide,  prima di bruciarti la vita, Pensa.