Passaporti britannici falsi: Napoli la sede dell’organizzazione criminale

NAPOLI – Fabbricavano falsi Passaporti del Regno Unito, è quanto realizzava un’organizzazione criminale operante nel Napoletano regina del falso. La stessa starebbe vendendo sul deep-web a 2000 sterline, anche a “foreign fighters” dell’Isis. A darne notizia è un articolo del Corriere del Mezzogiorno che riferisce di avere appreso la notizia da un documento segreto dell’Agenzia italiana di Informazioni e Sicurezza Esterna.

Per acquistare un passaporto dell’United Kingdom basterebbe collegarsi al sito web. I dati – fotografia e informazioni personali – assicura il sito, saranno inseriti nei data base dei passaporti ufficiali britannici. Il pagamento sarebbe possibile in sterline e anche in bitcoin.

L’articolo ricorda anche che l’attentatore di Berlino, Anis Amri, ucciso dalla Polizia in Italia, aveva intenzione di recarsi a Napoli per acquistare un kalashnikov e che a Genova, qualche giorno fa, sono stati fermati otto africani in partenza per Barcellona i quali avrebbero riferito di avere acquistato documenti falsi a Napoli. Su quest’ultima vicenda sarebbero in corso indagini da parte della Procura di Genova.