Femminicidio, uccide la moglie a coltellate perché «spendeva troppo»

TORINO – Violenza di genere e femminicidio si chiude così questo caso di cronaca nera, l’uomo ha confessato il delitto della moglie. A 20 giorni di distanza dalla festa della donna, un ennesimo femminicidio riempie le pagine dei giornali. Un uomo di 64 anni di Pinerolo ha accoltellato in casa, in cucina, la moglie di 52 anni, uccidendola.

Stando ai primi accertamenti dei militari italiani intervenuti sul posto, l’uomo accusava la moglie di spendere troppi soldi.

Secondo le prime informazioni, è stato lo stesso uomo a chiamare i carabinieri e a confessare il delitto: «Venitemi a prendere». La coppia aveva un figlio, ma al momento del delitto marito e moglie erano soli in casa.