Home Cronaca Expo2015 – Continua incessante il lavoro della Dda per appalti mafiosi

Expo2015 – Continua incessante il lavoro della Dda per appalti mafiosi

A più di un anno dalla conclusione della Fiera di Milano, la sezione misure di Prevenzione del tribunale milanese ha disposto l’amministrazione giudiziaria del settore di “Fiera Milano Spa” relativo agli allestimenti degli stand fieristici rientrante nell’inchiesta  della Dda su presunte infiltrazioni mafiose in alcuni appalti. Il commissario straordinario già nominato per Nolostand dovrà non solo controfirmare tutti gli atti di maggior rilevanza ma anche aiutare i maggiori vertici ad adottare tutte le misure necessarie atte a prevenire infiltrazioni di illegalità come quelle accertate soprattutto per il settore dell’approvvigionamento”. Stando a quanto stabilito dai giudici, infatti, la società controllore della Fiera Milano Spa non avrebbe attivato tutti gli strumenti necessari a prevenire quando imputato. Né Nolostand, già commissariata nei mesi scorsi, né Fiera Milano spa hanno saputo arginare tutti quei fattori rei di esser sconfinati in modo illecito nell’attività imprenditoriali e di aver reso facile, la via di accesso, a soggetti come Pace e Nastasi. Questi, infatti, risultano ad oggi già in carcere per una serie di reati tra i quali spunta anche l’aggravante mafioso. Arrestati già lo scorso sei luglio a loro, secondo la Procura, era riconducibile il consorzio di cooperative a cui erano stati affidati tra le altre cose appalti per quattro padiglioni di Expo 2015.

ACQUISTA SU EBAY
Io, lui e nessun altro - Romanzo sulla dipendenza affettiva