Home Primo Piano Fai fatica sotto le lenzuola? La terapia della luce aumenta il desiderio...

Fai fatica sotto le lenzuola? La terapia della luce aumenta il desiderio sessuale

A quanto pare, l’esposizione ad una fonte luminosa intensa, come ad esempio le lampade a 10.000 lux, per almeno 30 minuti al giorno accenderebbe il desiderio sessuale. Una sorta di viagra luminoso. Per quanto possano nascere delle simpatiche battute, in realtà ci troviamo dinanzi ad una vera è propria terapia della luce affermano gli studiosi. Capace di aumentare i livelli di testosterone e di conseguenza una maggiore soddisfazione sessuale soprattutto in quegli uomini il cui desiderio è decisamente basso.

Non si finisce mai d’imparare. Chi lo avrebbe mai detto che l’esposizione ad una determinata fonte di luce potesse aumentare il desiderio sessuale.? Bhe chiaramente nessuno, tuttavia ci ha pensato la ricerca italiana a spiegarci come. Lo studio è stato eseguito dall’Università di Siena e presentato a Vienna al congresso dell’European College of Neuropsychopharmacology.

La luce meglio del viagra aumenta il desiderio sessuale

Dallo studio emerge inoltre, come il desiderio sessuale varia in base alle stagioni. Ecco dunque spiegato come mai in inverno si è più pacati, mentre in estate il desiderio è molto più elevato. Allo studio hanno partecipato 38 uomini, alcuni dei quali con scarsa libido altri con difficoltà di erezione. Sono stati divisi in due gruppi: uno ha ricevuto un trattamento con la terapia della luce. L’altro un trattamento con una lampada a minore intensità, con funzione di placebo e dunque per avere un riscontro oggettivo.

Secondo i ricercatori, il desiderio sessuale va calando dopo i 40 anni di età. Nel 25% dei casi rappresenta una condizione legata a fattori esterni. Nel corso dello studio è emerso con chiarezza, come i soggetti esposti alla luce avessero aumentato il desiderio sessuale del 300%. Passando da un punteggio di 2 su 10 a 6.3 su 10. Decisamente peggio il gruppo di controllo trattato con placebo, con un punteggio medio molto simile a quello di partenza (2su10) di circa 2,7 dopo il trattamento.

sesso-anziani

Terapia della luce in fase di sviluppo

Terapia non ancora pronta per un percorso clinico. Stando ai dati, nell’emisfero Nord la produzione di testosterone “diminuisce naturalmente da novembre ad aprile. Invece aumenta costantemente con la primavera e l’estate, con un picco nel mese di ottobre”. “Gli effetti di queste variazioni potrebbero contribuire al fatto che il mese di giugno mostra il più alto tasso di concepimento“, osserva ancora Fagiolini. E aggiunge: “Non siamo ancora in una fase in cui possiamo consigliare la terapia con la luce artificiale come un trattamento clinico. Tuttavia, se i nostri risultati saranno confermati in uno studio più ampio, la terapia della luce potrà essere utilizzata in un ampio numero di persone. Per il momento, abbiamo solo un piccolo studio e dobbiamo trattare i risultati con la dovuta cautela”.

PUBBLICITÀ