Home Cronaca Bari – Rinvenuto cadavere di una donna con la testa sigillata in...

Bari – Rinvenuto cadavere di una donna con la testa sigillata in un sacco

BARI – Questa mattina, gli uomini della volante di Bari hanno ritrovato il cadavere di una donna, nella sua abitazione presso la periferia nord della città. Quello rinvenuto era il corpo senza vita di una settantenne del luogo che viveva a Palese. Rosa Maria Radicci, questo il nome della signora che, stando a primi rilievi è stata ritrovata esamine nel soggiorno della propria villetta. Il cadavere della signora Radicci, era riverso a terra con la testa infilata in un sacco di plastica sigillato con del nastro adesivo. In più la settantunenne presentava le mani sporche di sangue, dinamica molto particolare sulla quale stanno investigando gli agenti della questura di Bari. La donna, che era vedova da molti anni, viveva da sola nella villetta sul lungo mare Lorusso. Stando a quanto fatto emergere dagli uomini della squadra mobile della questura di Bari, non sarebbero stati riscontrati segni di effrazione sulla porta d’ingresso della villetta. Per tale motivo, si sarebbe scartato l’eventualità di un omicidio premeditato e avallata la tesi di una rapina finita in tragedia. La donna, il cui corpo è stato rinvenuto dalla figlia che ha fatto poi intervenire gli uomini della polizia, sarebbe morta dopo mezzogiorno. Infatti, la figlia della signora Radicci ha dichiarato di aver sentito telefonicamente la madre poco prima delle 12 di domenica, ora dalla quale poi non le è stato più possibile mettersi in contatto con lei. Cosa sia realmente accaduto per ora non è ancora certo, di sicuro gli uomini della questura di Bari stanno vagliando tutte le ipotesi del caso. Dall’appartamento, stando ad un primo sopraluogo effettuato dalla figlia insieme agli uomini del 112 non mancherebbe nulla e non risulterebbe, come detto, segni di effrazione. Nella villetta di Lorusso è giunto anche il magistrato di turno, Luciana Silvestri che ha disposto i primi rilievi del caso.