Home Cronaca Avellino, violenta rissa con spranghe nel centro accoglienza immigrati

Avellino, violenta rissa con spranghe nel centro accoglienza immigrati

Avellino – Botte da orbi l’altro giorno nel centro di prima accoglienza immigrati di via Cupa ad Avellino. Due nigeriani del gruppo di 10 immigrati residenti nella struttura, si sono aggrediti violentemente a colpi di spranghe. Uno dei due è finito al Landolfi di Solofra con profonde ferite alla testa. Da una prima ricostruzione i 10 ospiti della struttura come ogni giorno passavano il tempo tra Tv, musica, internet, quando improvvisamente, pare per futili motivi, due di questi hanno avuto un acceso diverbio. Sembrava una classica litigata da “convivenza forzata” come raccontano i presenti, tuttavia dalle parole sono passati ai fatti, i due si sono azzuffati con calci e pugni talmente violenti che gli altri immigrati non sono riusciti ad intervenire, ad un certo punto uno dei due ha impugnato una mazza di legno e ha incominciato a colpire alla testa il connazionale, ormai inerme. La follia termina fortunatamente quando sul posto arrivano gli agenti della polizia, allertati dagli altri migranti, anche alla vista dei militari l’aggressore, forse in preda ad una crisi isterica ha faticato nel ritrovare il controllo. Il giovane nigeriano è stato quindi trasportato all’ospedale Landolfi di Solofra per le profonde ferite riportate alla testa, ne avrà per una 30ina di giorni. L’aggressore, invece, è stato trasferito in questura e denunciato per lesioni aggravate.