Asl Avellino: altri 17 fannulloni. Lo scandalo si allarga e diventa Nazionale

Scandalo Asl Avellino – Si allarga lo scandalo furbetti del cartellino dell’asl di Avellino, finito ormai alla ribalta nazionale, tra telegiornali e quotidiani nazionali, non si è parlato d’altro in questi giorni. Secondo il Quotidiano del sud, ci sarebbero almeno altri 17 dipendenti, a vario ruolo, coinvolti nella spiacevole vicenda dei fannulloni. In settimana, come già accaduto per colleghi, potrebbero essere raggiunti dall’avviso di chiusura delle indagini preliminari. Leggendo le carte dell’inchiesta, ci si rende conto come l’atteggiamento dei fannulloni sia stato assolutamente vergognoso, la strafottenza di alcuni di loro lascia davvero l’amaro in bocca a chi, quotidianamente compie il proprio dovere onestamente nella Pubblica amministrazione, o peggio, ai tanti giovani e meno giovani, capaci, ma costretti a rincorrere un lavoro sempre più precario. Mentre questi fannulloni si arrecano anche il diritto di farci il dito medio!. Il lavoro degli inquirenti prosegue con il massimo impegno, ora le indagini si stanno concentrando su quanti, consapevoli di questi comportamenti, hanno avallato senza fare nulla per impedirlo. Il commissario dell’Asl irpinia Mario Ferrante, intervistato da diverse televisioni Nazionali, ha ribadito quanto affermato nella conferenza stampa: Nessuna clemenza per chi ha sbagliato,al momento ha disposto la sospensione per tutti i furbetti, ma appena gli sarà possibile licenzierà tutti i colpevoli.