Home Economia & Lavoro Quando l’assistente sociale ha l’obbligo della segnalazione all’autorità giudiziaria minorile?

Quando l’assistente sociale ha l’obbligo della segnalazione all’autorità giudiziaria minorile?

Quando l’assistente sociale ha l’obbligo della segnalazione all’autorità giudiziaria minorile? I servizi Sociali hanno nel proprio mandato istituzionale, la funzione di attivarsi autonomamente,  nei confronti di minorenni che versino in situazione di pregiudizio, anche solo potenziale.

Tutti i servizi sociali hanno l’obbligo di procedere alla segnalazione quando – vengono a conoscenza che un minorenne si trova in situazione di abbandono. In quale situazione va segnalato il caso all’autorità giudiziaria?

PUBBLICITÀ

L’obbligo di segnalazione quando:

– hanno collocato in luogo sicuro un minore moralmente o materialmente abbandonato o allevato in locali insalubri o pericolosi oppure da persone per negligenza, immoralità, ignoranza o altri motivi incapaci di provvedere alla sua educazione (art. 403 C.C.).

– hanno notizia di un minore che esercita la prostituzione

– hanno notizia di un minore, straniero, privi di assistenza, vittima dei reati di prostituzione e pornografia minorile o di tratta e commercio in generale i servizi sociali e sanitari devono procedere ad una segnalazione quando vengono a conoscenza di un pregiudizio grave o di un pericolo serio di pregiudizio relativi ad un minorenne, per rimuovere i quali non bastano gli interventi sociali e sanitari e occorre un provvedimento che incida sulla potestà dei genitori.

Il provv. può disporre – l’allontanamento del figlio (o dei genitori o dei conviventi dalla residenza familiare)

– la decadenza dei genitori dalla potestà sul figlio

PUBBLICITÀ

– la dichiarazione dello stato di adottabilità del figlio

– la regolamentazione della potestà divisa dei genitori – l’imposizione di prescrizioni affinché i genitori tengano una condotta positiva o si astengano da una condotta pregiudizievole. Le forme di aiuto, per il minore, in sostituzione della famiglia biologica:

– affidamento residenziale

– casa famiglia

– comunità educativa

PUBBLICITÀ

– inserimento in famiglia adottiva

– interrompe i rapporti con la famiglia di origine, ed è irreversibile, terminati i vari gradi di giudizio (Tribunale per i Minorenni, Corte d’Appello sezione Minorenni, Corte di Cassazione).

DONA IL TUO 5x1000