Home Economia & Lavoro Il livello di alimentazione va di pari passo con quello economico

Il livello di alimentazione va di pari passo con quello economico

Da un’indagine condotta dal Censis, risulta che la crisi economica ha inciso profondamente sull’alimentazione degli Italiani. A soffrirne di piu’ sono le classi meno abbienti. Tant’e’ che se tra il 2007 e il  2015 la spesa alimentare delle famiglie e’ diminuita mediamente del 12,2 %, nelle famiglie operaie tale forbice si allarga al 19,4% e nelle famiglie con problemi di disoccupazione del 28,9%. Morale della favola e’ che, chi ha meno disponibilita’ economiche risparmia di piu’ nell’acquisto di cibi. Con la conseguenza di una drastica diminuzione, soprattutto nelle famiglie meno facoltose, del consumo di carne, pesce, frutta e verdura. E cio’ va a scapito della salutare quanto rinomata dieta mediterranea, per cui la qualita’ di cibo diminuisce creando spiacevoli ripercussioni sulla salute delle persone. Persone che per risparmiare sono costrette a rimediare sui prodotti industriali a basso contenuto nutritivo. Il consumo di carne si e’ ridotto del 45,8 % nelle famiglie a basso reddito e solo del 32% in quelle benestanti; cosi’ per il pesce il cui consumo e’ calato del 35,8 per cento nella e solo del 12,6 % nelle seconde. Anche se e’ bene non eccedere nel consumo di carne, l’organismo ha comunque bisogno di una dieta varia, scegliendo tra tutte le categorie di cibi, escludendo il piu’ possibile i “cibi spazzatura”, che essendo ricchi di grassi e zuccheri provocano obesita’. E nutrirsi spesso nei fast-food, per esigenze di lavoro o per cattive abitudini, porta a ingerire cibi qualitativamente scarsi e in quantita’ superiori. Ma oltre al fattore economico entra in ballo anche un fattore culturale, in quanto spesso i meno abbienti risparmiano su prodotti che possono giovare alla salute, esagerando nel contempo nell’acquisto di smartphone o capi d’abbigliamento griffati. In altre parole si privilegiano oggetti che rappresentano uno status symbol a quelli  di sostanza, sbagliando perche’ si influisce negativamente sul proprio benessere fisico.

PUBBLICITÀ
DONA IL TUO 5x1000