Home Primo Piano Istruttoria Rai contro Report, sulla campagna antivaccini

Istruttoria Rai contro Report, sulla campagna antivaccini

Report, sempre più discutibile, il programma da giorni è sotto osservazione  da parte di tutti, dall’ inchiesta sull’ Unità a quella di Benigni, Sigfrido Ranucci continua a far discutere, nel mirino la puntata sui vaccini anti papilloma virus, andato in onda il lunedì di Pasquetta, in cui si parlava degli effetti collaterali a questo tipo di vaccinazione contro il tumore al collo dell’utero.

Secondo i  medici, il programma avrebbe fatto intendere una campagna antivaccini. E stata la Società Italiana di Virologia che ha parlato di “atto di grave disinformazione” insieme all’intervento del ministro alla salute Beatrice Lorenzin, precisando che la correlazione tra gli effetti collaterali del vaccino, che nel servizio televisivo venivano attribuiti all’adiuvante chimico e ad altri potenziali contaminanti metallici,  questa teoria è alquanto dubbia, ribadisce la Società Italiana di Virologia, non  ci sono ricerche approfondite.

PUBBLICITÀ

Effetti indesiderati dei vaccini, questo il titolo all’’inchiesta scomoda di Alessandra Borella, si parte dalla denuncia di  una review del Nordic Cochrane Center dell’anno scorso che accusava l’Agenzia europea del farmaco (Ema) di aver sottovalutato le reazioni avverse, il quale  sostiene che i vantaggi del vaccino contro l’Hpv che protegge dal tumore, sono di gran lunga superiori agli svantaggi.

Un’inchiesta scomoda, che riguarda la salute e la prevenzione, non si può più raccontare la verità, o quantomeno avere una prospettiva diversa rispetto a determinati argomenti. Che c’entri la politica o interessi particolari? In Italia sono pochissime le agenzie che giornalisticamente parlando tirano fuori certi tipi di verità a volte scomode, dove è finita la libertà di stampa e il diritto di critica? Sul programma la Rai ha aperto un’istruttoria per fare luce sulla vicenda, mentre  il senatore del Pd Francesco Verducci, vicepresidente della Commissione di Vigilanza Rai, ha già annunciato di aver intenzione di presentare un’interrogazione parlamentare“ perché sulla salute non si può sbagliare” ha dichiarato.

DONA IL TUO 5x1000