Home Politica Il ministro Orlando si candida alla segreteria del PD. Ecco perché potrebbe...

Il ministro Orlando si candida alla segreteria del PD. Ecco perché potrebbe favorire Renzi.

Il ministro della giustizia Andrea Orlando, si candida alla segreteria del Partito Democratico. Una scelta che in verità era nell’aria già da tempo. Una scelta che potrebbe favorire la corsa del segretario dimissionario Matteo Renzi. Considerando infatti la corsa anche del governatore pugliese, Michele Emiliano, che proprio neo giorni scorsi, sull’orlo della possibile scissione, aveva fatto dietro front per candidarsi anch’egli alla guida del Partito Democratico. Ecco il post su Facebook con il quale il ministro Orlando ha annunciato la sua candidatura:

” Ho deciso di candidarmi perché credo e non mi rassegno al fatto che la politica debba diventare soltanto prepotenza. Ho deciso di candidarmi perché credo checi voglia responsabilità. Ho deciso di candidarmi perché credo che il partito democratico debba cambiare profondamente per poter essere utile davvero all’Italia e ai problemi degli italiani, che in questo momento stanno vivendo momenti molto difficili. Ci vediamo stasera alle 18 al Circolo Pd Marconi a Roma.” 

PUBBLICITÀ

Proprio la candidatura di Orlando, dicevamo, potrebbe favorire la riconferma di Matteo Renzi. Obiettivo celato dell’attuale ministro della giustizia, potrebbe essere quello di assottigliare i voti dell’area dei dissidenti che appoggerebbe Emiliano. Una sorta di divisione delle minoranze, se così possiamo definirla. Una strategia ben studiata che porterebbe alla matematica riconferma di Renzi che avrebbe, in questo modo, anche la strada spianata in vista delle Elezioni Politiche. Proprio i tempi del congresso detteranno anche quelli delle Elezioni. Con possibile congresso del PD a Luglio, e’ difficile ipotizzare ritorno alle urne prima di Novembre 2017.

DONA IL TUO 5x1000