Home Cinema e Tv È morto Gianni Boncompagni autore e regista

È morto Gianni Boncompagni autore e regista

È morto Gianni Boncompagni, autore e regista di vari programmi di successo, come Non è la Rai, Carramba e Domenica In

Una notizia questa, data dalle figlie, è morto a 84 anni, a Roma, Gianni Boncompagni. Nato ad Arezzo il 13 maggio 1932, è stato tra i grandi innovatori dello spettacolo italiano con Renzo Arbore, autore e conduttore di storici successi radiofonici come Bandiera gialla e Alto gradimento.

È inoltre stato autore e regista di Pronto Raffaella?, Domenica In, Non è la Rai e Carramba. La notizia è stata data dalle figlie all’Ansa  Claudia, Paola e Barbara: «Dopo una lunga vita fortunata, circondato dalla famiglia e dagli amici se n’è andato papà, uomo dai molti talenti e padre indimenticabile».

Autore di diversi programmi televisivi con format leggeri come:

Pronto, Raffaella? che consacrò la sua ex compagna Raffaella Carrà (1983/1985) che vinse nel 1984 il titolo di Personaggio televisivo femminile a livello europeo consegnato dalla European TV Magazines Association e per la quale scrisse spesso i testi di alcune delle sue più famose canzoni. Proseguì con Pronto, chi gioca? che lanciò la carriera televisiva di Enrica Bonaccorti (1985/1987). Dal 1987 al 1990 curò l’ideazione e la realizzazione di Domenica In, dove sdoganò Edvige Fenech, già famosa come icona sexy grazie ai film scollacciati degli anni ’70, e Marisa Laurito che grazie a lui consolidò la sua fama televisiva. Fu proprio a Domenica In che nacque l’idea a basso costo del cruciverbone e del pubblico di ragazzine figuranti, dotate di talento o semplicemente carine e petulanti, che preludevano quelle che saranno poi protagoniste di Non è la RAI.

Format che hanno accompagnato le giornate di milioni di italiani, con lui va via uno dei più bravi e grandi autori della televisione italiana

PUBBLICITÀ
Condividi