Home Cronaca Donna nel trolley, la madre: “ero disperata, mia figlia soffriva di anoressia”

Donna nel trolley, la madre: “ero disperata, mia figlia soffriva di anoressia”

RIMINI – Donna nel trolley, «non so perché l’ho gettata in mare». La madre della ragazza trovata morta è stata interrogata dopo il suo rientro dalla Russia

Non sa dare una spiegazione razionale al suo gesto la 48enne russa accusata di aver gettato in mare, all’interno di un trolley, il corpo senza vita della figlia.

PUBBLICITÀ

La donna è rientrata in Italia dalla Russia, dove era volata il giorno prima del ritrovamento del cadavere nelle acque del porto di Rimini, e sabato è stata interrogata a lungo dal pubblico ministero che segue il caso. «Volevo portare via mia figlia con me in Russia, ma poi ho pensato che all’aeroporto avrebbero controllato la valigia e allora l’ho buttata in mare» avrebbe dichiarato, secondo quanto riferisce Repubblica.

Più volte la donna, scoppiata a piangere, ha ribadito di non saper spiegare il motivo del suo gesto. Forse la disperazione di aver visto la figlia Katerina morire letteralmente di fame a causa dell’anoressia che l’affliggeva.

Per approfondimento

Annabella cartomante