Home Scienza e Tech Dal prossimo anno niente più tariffe a 28 giorni per telefonia e...

Dal prossimo anno niente più tariffe a 28 giorni per telefonia e tv

Un apposito emendamento sarà inserito nella Legge di Bilancio

Condividi

Dal prossimo anno stop alle tariffe a 28 giorni per telefonia e tv. Infatti, è stato stabilito il testo definitivo dell’emendamento a riguardo, da inserire nella prossima Legge di Bilancio. Grazie a tale provvedimento, dal 2018 la base minima per la tariffazione sarà di 30 giorni, suoi multipli per offerte di durata superiore; eccetto per promozioni di durata inferiore al mese e in ogni caso non rinnovabili. Per gli operatori trasgressori le sanzioni previste arrivano fino ad un massimo di 5 milioni di euro. A questo punto, i consumatori possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Infatti negli ultimi due anni, periodo dal quale gli operatori di telefonia fissa e mobile hanno iniziato ad adoperare tale pratica, diverse persone si sono ritrovate a pagare 13 mensilità annuali al proprio gestore. Ovviamente ciò ha fatto sì che i cittadini segnalassero in massa questa situazione, tramite le associazioni dei consumatori, anche perché molto spesso non veniva consentito un libero utilizzo del diritto di recesso. Alle lamentele della cittadinanza sono seguite delibere dell’Autorità Garante per le Comunicazioni, poi neppure rispettate da tali società. A complicare la situazione si era aggiunta Sky, la quale a luglio aveva annunciato di replicare quanto realizzato dalle società ammonite, con i nuovi prezzi in vigore da ottobre. Dunque non resta che attendere il nuovo anno affinché tali pagamenti ritornino su base mensile, come è giusto che sia.