Home Attualità Ambiente, una coscienza ecologica per migliorare la qualità della vita

Ambiente, una coscienza ecologica per migliorare la qualità della vita

Il livello della qualità della vita di una persona o di una comunità si misura dal numero e dalla diversificazione dei bisogni che si manifestano e da quanti di essi vengono soddisfatti. C’è sempre più l’esigenza da parte delle persone di vivere in un ambiente qualitativamente migliore. Si idealizza la risorsa ambiente come, quella capacità di soddisfare i bisogni.

L’ambiente e la qualità della vita

Quando la qualità dell’ambiente è migliore, aumentano anche gli indici di produzione, è chiaro che uno degli obiettivi da raggiungere, è restituire alle generazioni future un ambiente sano rispettandone le risorse naturali.

Storicamente l’attività economica ha avuto un impatto agricolo e artigianale, in questo caso l’impatto ambientale è stato modesto, mentre con lo sviluppo delle industrie e degli eccessi del consumismo, l’ambiente ha subito un deterioramento con l’aumento di livelli nocivi e pericolosi per la comunità.

Ecologia ed educazione ambientale

I movimenti ecologisti, hanno ampiamente criticato e messo in discussione il sistema industriale selvaggio, da qui la nascita di pensieri, movimenti e l’introduzione dell’educazione ambientale.

L’ educazione ambientale mira a educare al rispetto e all’integrazione con l’ambiente, luogo in cui si sviluppano le capacità e personalità dell’individuo.

L’ambiente naturale costituisce parte integrante della nostra esistenza,di conseguenza è necessario conservarlo per una migliore qualità di vita.

Un cambiamento radicale della mentalità deve avvenire iniziando da semplici gesti e dalle azioni quotidiane. Acquisire sane abitudini creando una coscienza ecologica. Capirne la struttura complessa di un ambiente equilibrato con tutti i suoi elementi fisici, sociali, biologici, culturali e naturali. Favorire un corretto comportamento nei confronti delle risorse naturali  nel soddisfare le sfide future dell’umanità.

Bisogna educare i giovani ad apprezzare nella natura la grandezza dell’infinito, in cui ognuno ha delle responsabilità ben precise nel funzionamento dell’intero sistema.

Aprendo gli occhi sulle meraviglie della natura capendo il grande progetto e disegno della vita stessa.

 

 

PUBBLICITÀ
Condividi